Suono astratto

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Classificazione dei suoni

 ]

Antonimo di Suono referenziale, il termine Suono astratto appare per la prima volta in lingua inglese (abstract sound) sotto l’influenza schaefferiana, con riferimento alla nozione di ascolto ridotto. Un suono è astratto quando risulta, all’atto percettivo, concentrato su una sola delle sue caratteristiche o dei suoi parametri, dopo che il compositore che lo ha prodotto ha focalizzato l’attenzione su uni di questi.

Questo criterio può influenzare la creazione, o le trasformazioni attraverso tecniche di manipolazione, o può influenzare tutto il discorso musicale di un brano. Pertanto la percezione di un suono astratto è quasi sempre determinata dal contesto. Per tale ragione, un suono può essere considerato tale semplicemente perché l’ascoltatore è incapace di attribuirgli un’origine reale o immaginaria. Inoltre, molti compositori elettroacustici credono nell’esistenza di un continuum tra la dimenzione astratta e quella referenziale; da questo può derivare l’organizzazione di un brano secondo principi micro o macro strutturali o la narratività musicale. I termini astratto/referenziale vengono anche accostati ai termini intrinseco/estrinseco (per esempio nell’opera del compositore e teorico Denis Smalley).

 

See also

Compositione aneddotica

,

Diapositiva sonora (Diapositive sonore)

,

Interiorità

,

Mimesis

,

Narrativa

,

Fonografia

,

Suono referenziale

,

Teoria schaefferiana

,

Soundscape Composition (Composizione di paesaggio sonoro)

,

Spettromorfologia

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

 

Top