Movimento

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Discorso sulla Musica Elettroacustica

 ]

Secondo la teoria della spettromorfologia di Smalley, le metafore di movimento (motion) e di sviluppo (growth) sono le più appropriate per spiegare una musica, quella elettroacustica, legata alla dimensione di tempo in modo differente rispetto alle musiche tradizionali più connesse con l’idea di metro e ritmo. Il concetto tradizionale di ritmo risulta infatti inadatto quando si tenti di descrivere i contorni del gesto elettroacustico e i movimenti interni delle tessiture delle varie spettromorfologie. Poiché il movimento e lo sviluppo hanno una connotazione spettrale, il discorso è da collocarsi in una dimensione appunto spettrale, sia per quanto riguarda lo spazio che occupano, che per quanto concerne la densità spettrale. In aggiunta, il movimento e lo sviluppo possono essere intensificati dalla distribuzione spaziale. Essi possono indicare direzioni e tendenze in modo da suggerire vari risultati possibili, e sono guide molto utili per l’attribuzione di funzioni strutturali (tratto da Denis Smalley (1997). Spectromorphology: Explaining Sound-shapes. Organised Sound Vol. 2, No. 2. Cambridge: Cambridge University Press.).

 

See also

Gesto

,

Reti / Campi Indicativi (Indicative Fields / Networks)

,

Spazializzazione

,

Spazio Spettrale

,

Spettromorfologia

,

Texture

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

 

Top