Strategia di ascolto

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Esperienza di Ascolto

 ]

La musica non viene ascoltata in modo uniforme, fisso o oggettivo. La ricerca e la pratica della musica elettroacustica si è sempre posta il problema di illustrare i modi in cui la musica o le musiche vengono percepite, adottando varie strategie d ascolto. E’ molto frequente, nei brani di musica, che differenti modi di ascolto convivano all’interno dello stesso brano. Per questo i compositori e musicisti di musica elettroacustica spesso studiano e utilizzano i vari risultati delle ricerche, per trasformarle in strategie compositive.

L’ascoltatore adotta varie strategie di ascolto a seconda degli aspetti salienti percepiti nelle superfici e nelle strutture musicali. Ad esempio, una sequenza monofonica molto veloce composta di eventi autonomi verrà ascoltata in modo diverso da una tessitura granulare molto densa e lenta. Similmente, una forma narrativa verrà ascoltata in maniera differente rispetto ad una situazione musicale estremamente astratta.

Poiché la musica elettroacustica è un’arte basata sul tempo, l’ascolto può essere direzionato da strategie e codici musicali compositivi, come pure può porsi in maniera libera senza costrizioni. Le teorie ecologiche affermano a questo proposito che ogni stimolo sonoro contiene già in sé stesso la strategia di ascolto più indicata.

 

See also

Modalità di ascolto

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

Delalande, François (2002a). {Aquatisme}
Dupont, Maÿlis (2001). Pour une écoute critique : l’émergence de la musique
Hufschmitt, Aline (2001). Continuité ou discontinuité ? Un exemple de perception changeante de la fin de {Sud}
IRCAM-Hyptique, (1999). Dix jeux d’écoute
Lagrost, Jean-François (2001). Matières, espace, lumière et évolution : quatre manières de percevoir le début de {Sud}
Smalley, Denis (1999). Établissement de cadres relationnels pour l’analyse de la musique postschaefferienne

 

Top