Surrogacy

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Esperienza di Ascolto

 > 

Riconoscimento della fonte

 ]

Denis Smalley introduce questo termine per descrivere i vari livelli, o gradi, con i quali un ascoltatore collega percettivamente un suono a una fonte reale o immaginaria, fisica o gestuale, in una situazione di ascolto acusmatico. La surrogacy può descrivere il riconoscimento di un suono vocale o strumentale quando riprodotto in un supporto registrato. Quando il grado di surrogacy diventa remoto, l’ascoltarore può ascrivere il suono e la sua evoluzione spettromorfologica a cause immaginarie, o comprendere il suono come ‘astratto’. Smalley definisce questi vari livelli come ‘ordini di surrogacy’ (orders of surrogacy).

 

See also

Suono astratto

,

Acusmatico, ca

,

Causalità

,

Gesto

,

Suono referenziale

,

Riconoscimento della fonte

,

Spettromorfologia

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

Emmerson, Simon (1994b). ’Live’ versus ’Real-time’
Ferreira, Giselle Martins dos Santos (1997). A Perceptual Approach to the Analysis of J. C. Risset’s {Sud}: Sound, structure and symbol
MacDonald, Alistair (1995). Performance Practice in the Presentation of Electroacoustic Music
McLean, Priscilla (1989). Fire and Ice: An Inquiry
Smalley, Denis (1992). The Listening Imagination: Listening in the Electroacoustic Era
Smalley, Denis (1995a). The Listening Imagination: Listening in the Electroacoustic Era
Young, John (1994). The Extended Environment

 

Top