Ascolto statistico

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Esperienza di Ascolto

 ]

Il concetto di statistica è mutuato dalla matematica e utilizzato in analogia con le indagini statistiche che danno un valore medio a qualsivoglia serie di dati complessi. In musica, l’ascolto statistico sta a significare che, dal punto di vista dell’ascoltatore, si hanno degli elementi, dei frammenti di forme o gruppi di elementi che si fondono in una sola uni e che non possono essere separati. Il compositore sceglie i criteri statistici e lavora a partire da questi, non considera la forma come un’aggregazione di elementi individuali con proprietà specifiche, ma piuttosto un principio di organizzazione interna fondato su criteri statistici. Ad esempio, in un brano, un conglomerato molto complesso di note che a loro volta giocano ruoli subalterni complessi, può diventare semplice se considerato statisticamente. I criteri di una composizione statistica sono determinati dai limiti delle nuvole di densità a dalla loro frequenza di ripetizione. Non si può spiegare il tutto a partire dalle parti individuali perché il tutto è concepito come il risultato probabile di numerose componenti (Fonte - - ridotto da Karl H. Wörner (1973). Stockhausen: Life and Work. (Hopkins, B. ed., trans.) Faber and Faber.).

 

See also

Strategia di ascolto

 

Top