Anamorfosi

Musicology of Electroacoustic Music [MEM]  > 

Teoria schaefferiana

 ]

Nella teoria schaefferiana, il termine è utilizzato per indicare “alcune irregolarità” che si hanno al passaggio dalla vibrazione fisica al suono percepito, “che creano una deformazione psicologica della “realtà” fisica, e che dimostrano che la percezione non può essere ridotta solamente ad una misura fisica”. Una anamorfosi può avere luogo sia a livello del timbro che della durata. Per esempio, un suono di pianoforte ascoltato all’inverso, appare più lungo dell’originale perché la versione modificata risulta insolita e allerta l’orecchio in maniera più attiva (adattato da Michel Chion (1983). Guide des Objets Sonores. Eds. Buchet/Chastel, Paris. 1995 translation by John Dack/Christine North.)

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

 

Top