Modulazione

Disciplines of Study [DoS]  > 

Acustica

 ]

Processo per il quale un segnale è utilizzato per modificarne un altro. Il segnale controllato è chiamato portante (carrier), il segnale di controllo è chiamato modulante (modulator). Questo processo è estremamente importante sia nel campo della sintesi del suono che in quella dell’elaborazione del segnale. I due parametri principali del suono ai quali la modulazione è applicata sono comunemente quelli dell’ampiezza e della frequenza.

La modulazione di ampiezza modifica il parametro dell’intensità. Se il segnale di controllo è una forma d’onda regolare e lenta (per es. una sinusoide), il risultato è un tremolo, simile al (e spesso confuso con il) vibrato, che non presenta modificazione in altezza. Se la frequenza del segnale di modulazione supera i 10 Hz, fino a 15 Hz, il tremolo si amalgama in un suono complesso ch epresenta componenti frequenziali aggiunte, derivate dalle frequenza della portante e della modulante. Un segnale di controllo irregolare o transitorio è spesso associato con un generatore di inviluppo.

La modulazione di frequenza fa salire e scendere l’altezza della portante in funzione della forma d’onda del segnale della modulante. Nel caso di una forma d’onda modulante regolare e lenta, il risultato è un vibrato se la differenza di modulazione è lenta, altrimenti si produce un effetto vicino al suono di una sirena. Se la forma d’onda modulante è una serie di livelli discreti, il risultato è una serie di altezze discrete. Suoni particolarmente complessi si hanno quando la frequenza di modulazione è vicina alla portante o più elevata. (Fonte - Richard Dobson (1992). A Dictionary of Electronic and Computer Music Technology. Oxford University Press.).

La modulazione ad anello combina la somma e la differenza di due frequenze in entrata e offre come risultato un suono del tutto. Spesso, una di queste frequenze è ad un livello infra-acustico, per permettere così la creazione di un suono che presenta due frequenze simili e una texture rumorosa molto particolare.

Variazione di un parametro del segnale per mezzo di una funzione modulante. Ad esempio, la modulazione in ampiezza o in frequenza di un segnale periodico moltiplica le sue componenti spettrali e ne aumenta la complessità timbrica. (Fonte - http://www.cematitalia.it/servizi/glossario/index.htm).

 

See also

Ampiezza

,

Frequenza

,

Sintesi per Modulazione di Frequenza

 

Bibliography:

English - Español - Français - Deutch - Italiano

Alphabetical order - Chronological order

 

Top

clonidine stability long-term atenolol magnesium trental vs in india coumadin antidote abilify to zoloft after stopping lamictal extemporaneously prepared zofran ashwagandha boniva research http://www.redligare.org/spip.php?buy=575159 tanning after accutane more cardura 2mg http://www.redligare.org/spip.php?buy=509409 http://www.redligare.org/spip.php?buy=192216 kinetics allopurinol synthesis of chloramphenicol generic for zyprexa http://www.redligare.org/spip.php?buy=763870 buy generic evista more mobic flatware http://www.redligare.org/spip.php?buy=385709 250 cipro mg benadryl anaphylaxis buy melatonin nz lasix kcl chantix compare prices levaquin cholesterol levels diovan genetric betnovate for balinitis information louisiana celebrex attorney clonidine hlc candian drugs detrol tegretol http://www.redligare.org/spip.php?buy=31463 treatment pancreatitis azathioprine cephalexin oral suspension withdrawral from lexapro crestor benefits relion ventolin inhaler depo medrol duarrhea tylenol before colonoscopy zyban cheap low cost boniva canary erythromycin toxic http://www.redligare.org/spip.php?buy=812206 nasonex asthma http://www.redligare.org/spip.php?buy=796870 ing nexium more info buy estrace buy cheap valtrex evista ekg xopenex puff aggrenox anesthesia pomegranate coumadin